Fegato appesantito, può sfociare in uno stato di intossicazione epatica: ecco come depurarlo

Il drenaggio naturale o “disintossicante” aiuta ad eliminare le scorie e le tossine dal fegato, immagazzinando le vitamine utili per il corpo.

Inquinamento, cibo industriale, stress, sono molteplici i casi per i quali il fegato è messo a dura prova tutto l’anno. Gli esperti consigliano di effettuare il drenaggio del fegato o “detox” per ritrovare forma ed energia. Ma attenzione, la disintossicazione del fegato non si può fare in ogni caso.

il drenaggio del fegato o “detox”
Fegato, come depurarlo quando è appesantito? – Fondazionefegato.it

Più invecchiamo, maggiori saranno i segni di affaticamento del fegato. Possiamo facilmente osservare i segni di affaticamento del fegato come l’alitosi, la lingua pesante, i risvegli notturni tra l’1 e le 3 del mattino o anche il mal di testa.

Il cambio di stagione è ideale per il drenaggio del fegato. Nella medicina tradizionale cinese si consiglia il passaggio dall’inverno alla primavera. Durante l’inverno, infatti, il corpo mette a riposo gli organi deputati all’eliminazione ed è in primavera che saranno più attivi e avranno più forza.

Fegato appesantito: come fare detox

Il drenaggio aiuta a potenziare il processo di eliminazione delle tossine già iniziato naturalmente in primavera. Inoltre il periodo invernale è favorevole alla produzione e soprattutto allo stoccaggio delle scorie, che si accumuleranno nel fegato e finiranno per invadere il sangue se non vengono eliminate.

Fegato appesantito
Fegato appesantito: come depurarlo – Fondazionefegato.it

Disintossicare il fegato non avviene in un giorno! La disintossicazione deve durare almeno 2 o 3 settimane per osservare gli effetti. Tra ogni trattamento disintossicante deve essere rispettato un periodo di almeno 1 mese. Come drenare il fegato? Per eliminare le tossine e rigenerare dolcemente il fegato , è necessario:

  • Eliminare i latticini, i prodotti raffinati troppo grassi e troppo dolci, gli stimolanti (alcol, caffè, tabacco, ecc.) o anche i cibi grigliati.
  • Preferire cibi ricchi di fibre (verdure crocifere come cavolfiori, broccoli , ecc.), preferibilmente crudi.
  • Bere 2 litri di acqua al giorno.

Si consiglia di concentrarsi sulle piante una volta iniziata la fase detox. La scelta delle piante adatte verrà effettuata con il supporto del naturopata. Alcune piante aiutano a purificare il fegato durante la notte:

  • Carciofo (da assumere la sera sotto forma di semi , tisane o capsule)
  • Boldo ( da assumere la sera sotto forma di semi, tisane o capsule)
  • Fumaria (da assumere la sera sotto forma di semi, tisane o capsule)
  • Rosmarino (da assumere dopo i pasti per rilasciare la bile)
  • Ravanello nero (da assumere dopo i pasti per rilasciare la bile)
  • Cardo Mariano (da assumere dopo i pasti per liberare la bile).
Impostazioni privacy