Nuovo allarme in Italia per la ‘zecca marginata’: gli esperti avvertono su cosa fare in caso di morso

La zecca marginata è sbarcata in Italia. La sua presenza si sta rivelando pericolosa. Ecco come comportarsi per gestire eventuali morsi.

Il cambiamento climatico sta avendo delle serie ripercussioni sulla fauna locale. Gli esperti sono molto preoccupati per ciò che sta accadendo in Italia. Alcune specie, a causa delle alte temperature, hanno cominciato a insinuarsi nel territorio. In apparenza, può sembrare un elemento di poco conto, ma non è affatto così.

Allarme in italia per la zecca marginata
La ‘zecca marginata’ sta diventando un pericolo per gli italiani – fondazionefegato.it

Di recente, è stato diffuso un nuovo allarme. Il pericolo riguarda un particolare tipo di zecca. Prende il nome di ‘zecca marginata’ e può essere molto aggressiva. In caso di morso, bisogna fare attenzione a non commettere errori. Ecco cosa fare per evitare spiacevoli conseguenze.

La ‘zecca marginata’ è arrivata in Italia: come trattare i suoi morsi

Esistono numerose specie di zecche. In Italia, questo animale è sempre stato presente. Di recente, però, gli esperti del settore hanno notato qualcosa di preoccupante. Le alte temperature e il cambiamento climatico hanno favorito l’insediamento di un nuovo tipo. Porta il nome scientifico di ‘Hyalomma marginatum’ anche se, comunemente, viene identificata come ‘zecca marginata’.

Può arrivare a misurare ben due centimetri. Si distingue per il suo comportamento aggressivo e per la capacità di rincorrere le prede. Difficilmente si fa spaventare dal pericolo e i suoi morsi possono essere causa di gravi infezioni. È portatrice di una patologia potenzialmente letale. Non ci sono molti casi di febbre emorragica Crimea-Congo, ma i sintomi della malattia possono evolvere velocemente.

La 'zecca marginata' è arrivata in Italia
Cosa fare se si viene punti da una ‘zecca marginata’ – fondazionefegato.it

Davanti a un eventuale morso, si consiglia di prendere le dovute precauzioni. È fondamentale recarsi dal medico per la rimozione corretta. L’uso della pinzetta per rimuovere la zecca, a volte, rischia di peggiorare solo le cose. Il rischio principale è quello di staccare il corpo senza rimuovere, però, la testa dell’animale. Ecco cosa è necessario fare:

  1. Evitare di utilizzare olio, smalto o vasellina per far soffocare la zecca: questo animale è molto resistente e può vivere senza ossigeno anche per diverse ore. Di conseguenza, tali sostanze non faranno altro che irritare la ferita.
  2. Non ricorrere a metodi per stuzzicare la zecca: nella maggior parte dei casi, si tratta di rimedi fallimentari. Oltre a non arrecare alcun beneficio, rappresentano un eventuale fattore di rischio.
  3. Non rimuovere parti della zecca: è preferibile che l’animale resti integro. Eventuali rigurgiti o residui, infatti, possono aumentare il rischio di infezione a causa della presenza dei batteri.
  4. Tenere monitorati i sintomi: aloni rossi, linfonodi gonfi, febbre e dolori alle articolazioni devono essere sottoposti immediatamente al controllo del medico.
Impostazioni privacy