I problemi economici possono essere la spia di una gravissima malattia: quando c’è da preoccuparsi

Non tutti sanno che i problemi economici possono essere un segnale della presenza di una grave malattia. In alcuni casi c’è da preoccuparsi.

Un gruppo di ricerca americano ha trovato una correlazione tra una grave malattie e il progressivo declino finanziario. Lo studio ha fatto emergere come le difficoltà economiche potessero essere uno dei primi segnali di una condizione patologica preoccupante.

Problemi economici spia malattia
I problemi finanziari possono essere un segno di una malattia – fondazionefegato.it

Per la maggior parte delle persone, alla base dei problemi economici ci sono quasi sempre questioni legate alla perdita di una occupazione professionale, in altri casi sono riferiti ai debiti crescenti oppure alle spese impreviste. Il declino finanziario è uno dei fattori di stress più comuni, ma potrebbe essere anche un segnale d’allarme per la presenza di una grave malattia.

A scoprire il parallelismo tra le difficoltà economiche e questa seria malattia è stato un gruppo di studio statunitense guidato dai ricercatori della Federal Reserve Bank di New York (FRBNY), i quali hanno collaborato con i loro colleghi del Massive Data Institute e della nota Scuola di Salute e Politiche Pubbliche “McCourt” dell’Università Georgetown.

Problemi economici: possono essere il segnale di questa malattia

Parliamo del morbo di Alzheimer, la forma principale di demenza al mondo, tanto che si stima ci siano circa 40 milioni di casi, i quali sono destinati a triplicare entro il 2050. Si tratta di una patologia neurodegenerativa, ovvero legata alla morte dei neuroni, i cui sintomi più evidenti sono legati al declino cognitivo.

Problemi economici segno Alzheimer
I problemi economici sono legati all’Alzheimer – fondazionefegato.it

Quando si parla a questa malattia è normale pensare a sintomi come la perdita della memoria o la difficoltà nel linguaggio, ma si possono presentare anche delle alterazioni nel comportamento e problemi di orientamento. Una condizione che ha un impatto importante non solo da un punto di vista sanitario, ma anche sociale, relazionale ed economico.

La citata ricerca ha evidenziato infatti come alcuni anni prima che una persona abbia la diagnosi di Alzheimer potrebbe iniziare a manifestare dei problemi finanziari importanti, come inadempienze nei pagamenti di rate, mutui, carte di credito, tasse e altro ancora. Lo studio infatti ha avuto il merito di indagare a fondo sulla malattia e sul deterioramento delle condizioni economiche di un individuo.

I ricercatori hanno evidenziato come, tra i volontari che hanno partecipato allo studio, si siano verificate delle inadempienze finanziarie tra i coloro che avevano l’Alzheimer. Hanno osservato la presenza di insolvenze che iniziavano cinque anni prima della diagnosi della malattia, con la costante mancanza dei pagamenti che aumentava prima dei tre anni dalla scoperta della condizione.

Impostazioni privacy