Il gastroenterologo consiglia questo a chi vuole ‘resettare’ il proprio intestino: elimini il gonfiore e non solo

Se soffri di disturbi gastrointestinali, prima di spendere troppi soldi, è bene seguire questi consigli: nella maggior parte dei casi è un problema di alimentazione. 

Sempre più persone soffrono quotidianamente di disturbi gastrointestinali, ma il problema viene gestito sempre con medicinali anti-reflusso senza andare a indagare le vere cause. Quando si sta male con stomaco e intestino non deve essere ignorato perché è un chiaro segnale che il corpo non sta funzionando come dovrebbe. Le cattive digestioni portano anche diversi scompensi al resto del corpo perché non si riesce ad assorbire bene i macronutrienti.

il gastroenterologo consiglia cosa mangiare
Problemi intestinali, come agire – fondazionefegato.it

Se vi sentite spesso con pancia gonfia, reflusso, dolori allo stomaco o all’intestino, non andate regolarmente in bagno o più semplicemente vi sentite male dopo ogni pasto, allora è il momento di capire cos’è che vi crea questo squilibrio. Per farlo ci vuole ovviamente il consulto di un medico, ma spesso, quando il problema non è ancora grave, basterebbe semplicemente riequilibrare l’alimentazione.

Innanzitutto dolci, lieviti e carboidrati, ingeriti in quantità eccessive possono portare problemi di disbiosi perché infiammano l’intestino. In secondo luogo i latticini danno intolleranze a una percentuale altissima di persone occidentali in quanto ne facciamo abuso da generazioni, vediamo quindi come migliorare la nostra alimentazione.

Come evitare disbiosi intestinali e digerire meglio: parla il gastroenterologo

La prima cosa da fare quindi sarebbe di eliminare i latticini (integrando solo il Parmigiano e i formaggi di pecora o di capra), e limitare lieviti come birra, pizza e pane. Al sito web HealthShots, il gastroenterologo Amit Mittal rivela come ritrovare la salute intestinale senza diete ferree e senza spendere troppi soldi da specialisti. Paradossalmente il segreto più grande è quello di mangiare un po’ di tutto.

i consigli del gastroenterologo
Disbiosi intestinale, i consigli- fondazionefegato.it 20240608

Chi varia più spesso i cibi è colui che ha una salute intestinale migliore. Bisogna poi ricordarsi le verdure che vengono sempre sottovalutate e invece sono essenziali. Ciò che è da evitare tassativamente sono tutti i cibi ultralavorati, ovvero tutto ciò che è confezionato e processato, come per esempio le merendine. È importante non ignorare le intolleranze!

Ciò significa che se si nota di stare davvero male quando si ingerisce un ingrediente specifico, bisognerebbe andare a fare i test delle intolleranze per eliminare il problema all’apice: un’intolleranza dimenticata potrebbe diventare un’infiammazione cronica del corpo. A tutto questo ovviamente si aggiunge uno stile di vita moderato: l’alcol e tutti gli eccessi non faranno altro che peggiorare la situazione di irritazione dell’intestino. Seguendo questi pochi consigli si potrebbe cambiare radicalmente il modo di vivere, sentendosi anche molto più energici.

Impostazioni privacy