Abbiamo sempre sbagliato: i gravi errori da non ripetere nella conservazione degli alimenti

Spesso facciamo errori comuni nella conservazione degli alimenti che possono avere rischi e conseguenze molto gravi.

Siamo convinti di agire nel giusto, di sapere come conservare un prodotto alimentare nel modo migliore e quindi portiamo avanti questa abitudine nel tempo, senza sapere però che ci siamo sempre sbagliati. Per questo è importante chiarire quali sono le procedure corrette, cosa fare e come evitare problemi.

gravi errori conservazione degli alimenti
Gli errori da non fare nella conservazione degli alimenti (fondazionefegato.it)

La conservazione degli alimenti è fondamentale e non va mai sottovalutata, da questa dipende la corretta gestione del cibo e soprattutto la salubrità successiva, quindi non è solo un fattore legato allo spreco alimentare ma anche correlato a una questione propriamente di consumo e salute.

Gli errori da non fare per la conservazione degli alimenti

Per alcune cose appare abbastanza scontato quello che va fatto, ad esempio è chiaro che i prodotti freschi vanno riposti in frigo, ma cosa accade con tutto il resto? Spesso si sbaglia. Un esempio comune riguarda le erbe aromatiche.

Queste vengono tenute nel cassetto della frutta ed è un errore. Vanno sempre riposte in un bicchiere d’acqua. Origano, basilico, coriandolo, di qualunque cosa si tratti bisogna posizionarle in frigo, in acqua, ricoprendo tutto con una pellicola trasparente.

Abbiamo sempre sbagliato conservazione alimenti
Come conservare correttamente gli alimenti (fondazionefegato.it)

 Tutte le bacche, prima di andarle a consumare e conservare, vanno lavate con l’aceto. Servono almeno 10 minuti prima di poter essere certi del consumo. Invece per le banane, anche se spesso si tengono all’esterno, sarebbe corretto avvolgerle nella parte finale di giunzione del gambo in un foglio di carta di alluminio. Questo eviterà di farle annerire troppo rapidamente.

I limoni vanno posti in sacchetti ermetici in frigo, ma prima vanno lavati. Per le cipolle il vano ottimale non è quello delle verdure. Queste vanno poste in una calza (tipo collant non troppo sottile) e poi appese esternamente al frigorifero, non conservate al suo interno.

Si mantengono fresche e a lungo. Le mele vanno selezionate, quelle malandate vanno messe vicine ma tenute lontane da quelle che sono integre o si rischia di contaminare tutto. Per le erbe fresche, le spezie e ciò che si usa comunemente per insaporire i piatti, è anche possibile pensare di congelare tutto nell’olio di oliva, un modo semplice per rendere i piatti molto saporiti.

Soprattutto in estate va fatta molta attenzione ai cambiamenti climatici, quando si comprano prodotti freschi, delicati o congelati e poi si va a casa bisogna farlo rapidamente. Non acquistare mai qualcosa di questo tipo e poi fare il giro dei negozi per ultimare la spesa, risentiranno in maniera importante dello sbalzo climatico e del calore esterno e questo potrà avere conseguenze molto importanti.

Impostazioni privacy